Seguimi su:  FACEBOOK  TWITTER INSTAGRAM LINKEDIN PINTEREST
481 0

“è proibito”… la felicità dipende da noi!

Life

Ieri, una notifica su whatsapp, un messaggio di auguri per questo 2018 appena iniziato… era lo screenshot di un testo carico di significato, parole che costringono a riflettere su ciò che conta davvero e riuscirebbero a toccare le corde dell’animo di ognuno di noi…

“E’ proibito
piangere senza imparare,
svegliarti la mattina senza sapere che fare
avere paura dei tuoi ricordi.
E’ proibito non sorridere ai problemi,
non lottare per quello in cui credi
e desistere, per paura.
Non cercare di trasformare i tuoi sogni in realtà.
E’ proibito non dimostrare il tuo amore,
fare pagare agli altri i tuoi malumori.
E’ proibito abbandonare i tuoi amici,
non cercare di comprendere coloro che ti stanno accanto
e chiamarli solo quando ne hai bisogno.
E’ proibito non essere te stesso davanti alla gente,
fingere davanti alle persone che non ti interessano,
essere gentile solo con chi si ricorda di te,
dimenticare tutti coloro che ti amano.
E’ proibito non fare le cose per te stesso,
avere paura della vita e dei suoi compromessi,
non vivere ogni giorno come se fosse il tuo ultimo respiro.
E’ proibito sentire la mancanza di qualcuno senza gioire,
dimenticare i suoi occhi e le sue risate
solo perche’ le vostre strade hanno smesso di abbracciarsi.
Dimenticare il passato e farlo scontare al presente.
E’ proibito non cercare di comprendere le persone,
pensare che le loro vite valgono meno della tua,
non credere che ciascuno tiene il proprio cammino
nelle proprie mani.
E’ proibito non creare la tua storia,
non avere neanche un momento per la gente che ha bisogno di te,
non comprendere che cio’ che la vita ti dona, allo stesso modo te lo puo’ togliere.
E’ proibito non cercare la tua felicita’,
non vivere la tua vita pensando positivo,
non pensare che possiamo solo migliorare,
non sentire che, senza di te,
questo mondo non sarebbe lo stesso.
Alfredo Cuervo Barrero”

HAPPY 2018

Overjoyed

Irene Nicolosi

logo copia

 

390 0

Calendario dell’avvento della felicità!

Life

Ho realizzato il mio calendario dell’avvento, l’ho fatto pensando alla possibilità che ogni singola “finestrella” avrà nel ricordarmi ogni giorno, tra i mille impegni e la mia bellissima e faticosissima corsa ai regali, ciò che davvero conta per essere felice… perchè sarà bello condividere quel momento con le persone che amo, fermarmi un attimo a pensare, mentre il tempo continuerà a correre sempre più veloce di me…

Il mio countdown alla notte più magica dell’anno, sarà cosi:

Il mio calendario dell’avvento è semplice, economico, veloce da realizzare, ricchissimo di felicità… se ti piace e vuoi realizzarne uno anche tu, ecco cosa ti serve:

  • 1 cartoncino nero
  • spago iuta naturale
  • stensil/stampi natalizi
  • 24 noci
  • taglierino
  • biadesivo


apri le noci aiutandoti con un coltello inserisci la punta nel retro della noce, fai ruotare leggermente  in senso orario o antiorario,  tenendo ben ferma la noce e svuotala

ritaglia 48 disegni natalizi, che avrai realizzato con gli stencil che hai scelto,

scrivi i numeri da 1 a 24

e 24 tips di felicità giornalieri 

ecco i miei 24 tips di felicità:

  1. perdona
  2. dormi di più
  3. dimentica
  4. ascolta
  5. confidati
  6. pianifica una vacanza
  7. sorridi
  8. fai nuove amicizie
  9. esprimi la tua stima per qualcuno, inviagli un mess, adesso!
  10. apprezza il mondo intorno a te
  11. impara a fare ciò che non sai fare
  12. poniti degli obiettivi da realizzare
  13. scrivi i tuoi pensieri in un diario
  14. dona un pò del tuo tempo agli altri
  15. pensa a momenti felici vissuti
  16. fai un regalo
  17. cerca il lato positivo (guarda il bicchiere mezzo pieno)
  18. dai un significato alla tua esistenza
  19. prenditi cura di te
  20. accettati per quella che sei
  21. dedica più tempo alle persone che ami
  22. trova i tuoi punti di forza e concentrati sul loro utilizzo
  23. sogna
  24. sii resiliente,reagisci di fronte alle avversità

….inseriscili dentro la noce

chiudili con lo spago di iuta, applica il cartoncino con il numero alla noce con il biadesivo e che abbia finalmente inizio il più felice conto alla rovescia!

Overjoyed

Irene Nicolosi

logo copia

483 0

tu…sei migliore di quello che pensi!

Life

Raramente ci si ferma a riflettere in maniera minuziosa su se stessi, se non esiste un esigenza che ci costringe a farlo! a volte non c’è tempo, a volte fa paura,a volte non c’importa…

…trattenersi davanti allo specchio, una volta, non per trucco e parrucco ,denti e barba, ma per osservarsi di più, riflettere per conoscersi meglio, analizzare pregi e difetti, fisici e caratteriali, pensare a come parlare di noi a qualcuno che non ci conosce, ragionare sull’autenticità di quel ritratto che potrebbe venire fuori dalle nostre parole, è un compito abbastanza complicato…il rischio di diventare i peggiori critici di noi stessi in alcuni casi, è molto alto!

“Real Beauty Sketches”, “Schizzi di bellezza reali” è un video che insegna, che emoziona e fa riflettere,su quanto sia importante spendere più tempo ad apprezzarsi, essere fieri di ciò che siamo…per essere felici!

un ritrattista dell fbi viene incaricato di eseguire una serie di ritratti…due ritratti per ciascuna donna che da dietro un telo si sarebbe presentata a lui e che in un secondo momento sarebbe stata descritta da un altra persona , conosciuta e osservata per pochi istanti, prima di raccontarla, per essere ridisegnata dall’artista.

il risultato è incredibile!

“Amarsi di più, prendersi cura di se, essere grati della propria bellezza naturale…

…il risultato, influenza,  le nostre amicizie, i nostri successi lavorativi, il modo di rapportarci con i nostri figli e con chi ci circonda… la nostra felicità! “

Sei migliore di quello che pensi.

 

Overjoyed

Irene Nicolosi

logo copia

462 0

Cuoricini, il dolce di San Valentino!

Food

Febbraio è il mese degli innamorati…

Il 14 febbraio la festa di chi, si ama smisuratamente ogni giorno,quella che si celebra in tutto il mondo…

…è una ricorrenza che non esclude nessuno, riguarda tutti…

…tutti coloro che amano e sono amati!

….é la festa di una coppia che condivide il sentimento più forte e prezioso , la festa dell’amore di un padre e una madre per un figlio e viceversa, dell’amore tra sorelle, è quella dell’amore sincero che si prova per un amico, lo stesso amore che si prova per un’altro a 4 zampe, l’amore dei nonni per i nipoti, è quella di un nipote innamorato dei suoi nonni, la festa dell’amore per le proprie passioni e per chi c’insegna a credere in loro…è la festa tra le più belle… ed è quasi dietro l’angolo!

prepariamo insieme dolcissimi cuoricini che potrete scegliere di regalare a chi amate,

potrebbero essere il dolce buongiorno per chi vi ama,quello da condividere con chi vi ama, la vostra merenda insieme, davanti ad una tazza di te e un buon film mentre fuori nevica, il vostro dolce dopo una romantica cena a lume di candela.

il profumo che sprigionerà, la sua preparazione, conquisterà il vostro olfatto a lungo termine,lo riconoscerete sempre, e ogni volta che lo preparerete, quell’odore vi renderà felici, perchè associato ad una ricorrenza speciale, quella che ha due ingredienti fondamentali, amore e felicità.

Sono molto legata a questo dolce, è un dolce che mi riporta indietro nel tempo, mi fa rivivere emozioni indimenticabili, pomeriggi “dolcissimi” trascorsi ad osservarne la preparazione, eliminare e mangiare i bordi in eccesso … è un dolce che preparava mia madre, poi le mie sorelle e oggi mia nipote Carlotta che adesso prepara per noi i migliori waffle di sempre…

….quando li preparo,in casa è subito festa!

la ricetta è semplice… l’amore, la pazienza che metterai nella sua preparazione, faranno la differenza!

Sbattete le uova con lo zucchero, aggiungete poco per volta la margarina ammorbidita,vermouth, farina e lievito per dolci!

non appena il composto sarà pronto

accendete la vostra macchina per waffle, impostandola su una temperatura alta e attendete che si riscaldi.

ungete la piastra con un pizzico di margarina,

e iniziate a cuocere i vostri cuoricini, versando un mestolo del composto ottenuto nel centro della piastra!

Una volta chiusa la macchina, il composto si espanderà su tutta la superficie.

I tempi di cottura dipenderanno dalla vostra macchina! vi suggerisco di seguire le indicazioni riportate per una cottura perfetta.

sfornate i primi cuoricini, eliminate i bordi in eccesso, cospargete di zucchero a velo!

…questa è un ottima macchina per waffle che mia madre comprò in Germania per me e le mie sorelle…

ma in commercio troverete tanti altri validi modelli di macchine per waffle

Adesso indossate un grembiule,accendete lo sbattitore, siate felici, amate più che potete e dimenticate la dieta per un giorno!

Buon San Valentino

Overjoyed

Irene Nicolosi

 logo copia

398 0

Australia…il viaggio che cambia la vita!

Travel

Se pensiamo ad una destinazione dove sarebbe possibile raggiungere la felicità, respirare la libertà, vivere di costanti opportunità,spalancare gli occhi e ritrovarsi circondati da panorami mozzafiato che non hanno confini…allora è arrivato il momento di leggere quest’articolo,prendere appunti,preparare la valigia, partire e vivere un sogno che si chiama Australia,proprio come quello che vi sto per raccontare…

Valentina Cecchi , fiorentina,crossfit addicted con un trascorso da navigante,dinamica,intraprendente,anticonformista e il suo compagno Alessandro,lo hanno fatto…

ecco il racconto di quel viaggio che ha cambiato la loro vita…la “aussie experience” come piace definirla a Valentina,che ha trasformato la loro mente,il loro corpo e la loro anima!

La programmazione di quest’esperienza ,ha bisogno di tempo, prevede la pianificazione del volo,accomodation per i primi 10 giorni e l’eventuale rilascio del visto,working holiday visa, richiesta possibile per i cittadini italiani con età compresa tra i 18 e i 30 anni compiuti.

Questo visto permette di vivere,lavorare e viaggiare per un anno in Australia;

Lavorando per 88 giorni in un’area regionale del paese nel settore dell’agricoltura, pesca o costruzioni è possibile ottenere l’opportunità di poter estendere il visto per un altro anno ancora.

Con il WHV sarà possibile lavorare per un periodo di 6 mesi full time presso lo stesso datore di lavoro, poi si avrà l’obbligo di cambiare;

questa soluzione permette anche di studiare per un massimo di 4 mesi.

La scelta è ampia… ci sono ottime scuole che permettono di studiare general English…!


Partenza da Roma Fiumicino con scalo ad Abu Dhabi verso la lontanissima Brisbane che conta un fuso orario che varia da +8 a +9 ore rispetto allItalia.

Nell’emisfero australe le stagioni sono totalmente opposte all’Italia: a giugno è inverno e dicembre è piena estate.

Brisbane situata nello stato del Queensland,è uno dei migliori stati dove vivere, secondo il giudizio di Valentina, in particolare per il suo clima che permette di vivere 3 mesi in felpa ed il resto dell’anno in infradito.

Li…si trova, la foresta più antica del mondo con la più bella natura e vegetazione che possa esistere e la barriera corallina più famosa.

Dopo i primi 10 giorni di accomodation nel BUNK HOSTEL nell’aera Nord di Brisbane, la Fortutude Valley, dove tra le soluzioni offerte Valentina e Alessandro avevano optato per una doppia con bagno privato,al costo di 95AUD per notte…giorni definiti di “adattamento” con spirito turistico, che permise loro di visitare il graziosissimo centro e conoscere poi la parte sud nella zona di South Bank,ricca di parchi attrezzati ad ogni tipo di attività,ristoranti sul lungo fiume…Brisbane si aggiudicò il primo posta tra le loro città preferite!

Valentina pensa che l’aver preferito la città di Brisbane alla meravigliosa,grande Sidney sia stata  condizionata dalla sua provenienza fiorentina,città che per le sue caratteristiche si avvicinava di più alla pulitissima,piccola,efficiente Brisbane.

I loro primi 10 giorni da turista…volarono via!

erano già pronti per affrontare una nuovissima esperienza,molto comune in Australia,quella degli HELPERS

dopo aver effettuato la registrazione prevista nel sito www.helpx.net , soluzione che permette di trovare vitto e alloggio gratuito presso l’abitazione di gente locale, in cambio di vari lavoretti domestici, vennero contattati da una famiglia che viveva nel “bush”…Loro, per circa 20 giorni cercavano una coppia che si prendesse cura della casa, del giardino, dell’orrore e di tutti gli animali (pecore, galline, tacchini ed il cane).

Eccoli li…Valentina e Alessandro,completamente travolti da un esperienza indimenticabile.

si ritrovarono nel bel mezzo del nulla in completa campagna,dove i vicini di casa invece della macchina se ne andavano in giro a cavallo, dove il segnale del telefono era inesistente e la spesa arrivava tramite la consegna a domicilio.

Un posto incantato.

la mattina venivano svegliati dagli animali che chiedevano il cibo, poi si dirigevano nel pollaio,raccoglievano le uova fresche e mangiavano i frutti dagli alberi…

” indimenticabile il sapore di quei passion fruits”…!!!

Trascorsi quei giorni incredibili, la loro avventura continuava verso il nord Queensland direzione Cairns…li avrebbero iniziato la loro incredibile esperienza in “fattoria”,soluzione,che permetterebbe ,a chi lo volesse, di estendere la validità del visto per un anno aggiuntivo.

ancora una volta tramite il sito  www.helpx.net avevano avuto la possibiltà d’incontrare una coppia di mezza età proprietari di terreni con alberi da frutto ed orti per la produzione di frutta e verdura biologica.

loro offrivano vitto  ed alloggio più l’eventuale estensione del secondo visto in cambio di un aiuto per piantare e curare le terre.

Valentina e Alessandro decisero di vivere quest’esperienza,al di la dei benefici offerti di cui probabilmente non avrebbero usufruito,ma convinti di godere del beneficio più grande… quello di collezionare un altra incredibile esperienza che avrebbe messo alla prova il loro spirito di adattamento,fino a quel momento inserito solo nei loro curriculum, un esperienza che avrebbe concesso,un importante crescita emotiva e personale!

e fu proprio cosi che andò…

vissero un periodo nel più completo nulla,in  un piccolo paesino di fronte al mare con palme e coccodrilli selvatici, canne da zucchero sullo sfondo ed il profumo di barbecue della sera che si sprigionava dalle villette vicine! Ogni mattina insieme al altri helpers di ogni parte del mondo (svedesi, francesi, spagnoli, americani inglesi ecc..) organizzavamo i vari compiti da fare, plantation nell’orto, cura degli alberi nei campi, raccolta della frutta, manutenzione dei giardino. Il pomeriggio e la sera erano liberi. Ogni domenica era prevista la cena con i padroni sulla spiaggia con tanto di falò ed a turno ad ognuno di loro spettava occuparsi del dolce.

quelli per loro sono giorni indimenticabili , quelli in cui guardandosi intorno e riflettendo sul luogo dove si trovavano era possibile sentire quella sensazione meravigliosa che Valentina chiama,libertà..

è li che Valentina ha imparato a guidare al contrario, acquistò una bici usata che le permise di  muoversi in un luogo privo di ogni mezzo di trasporto differente..

…ci racconta come sia possibile acquistare un auto nel caso in cui si decidesse di farlo…

L’acquisto di un auto di seconda mano dovrà possedere un documento che si chiama Roadworthy certificate che attesta che il mezzo è sicuro e  può viaggiare sarà poi necessario fare la registrazione (con inclusa una parte dell’assicurazione) e mettere la nuova targa.

giunta al termine quest’esperienza da “agricoltori” erano pronti a viverne ancora una…alla scoperta della costa del Queensland,da Cape Tribulation, dove si trova la Daintree forest per poi rientrare di nuovo a Brisbane.

1600 km di strada e 15 giorni di puro campeggio in cui visitarono: Mission Beach, Magnetic Island, Townsville, Arlie Beach, Whitsundays (una delle spiagge più bianche che ci possono essere, c’è pure la possibilità di farne snorkelling nella barriera corallina),Rockhampton, Hervey Bay e la loro esperienza con il whale watching,Fraser Island (l’isola di sabbia più grande del mondo che è possibile raggiungere solo con una macchina 4X4) e Noosa.

L’Australia è un sogno da vivere, da scoprire, lei che vanta  paesaggi spettacolari ed i campeggi migliori al mondo.

Vale la pena fermarsi ogni volta che s’incontra un cartello con indicazioni turistiche interessanti come cascate o parchi naturali.

Attenzione alla guida,la possibilità d’incontrare canguri durante la notte in mezzo la strada è altissima…andrà considerata anche la possibilità che una volta lasciate le città ci si possa ritrovare in mezzo al nulla…sarà quindi di fondamentale importanza organizzare scorte di  benzina ed acqua, prima di mettersi in viaggio per nuove destinazioni…potrebbe capitare di non trovare benzinai per centinaia di chilometri.

se la vostra voglia di vivere l’Australia dovesse trasformarsi in un progetto a lungo termine,andrà valutato il costo non economico degli affitti e la non semplice possibilità di poter affittare un appartamento!

Valentina ci racconta come funziona…per riuscire a candidarsi come affittuario sarà necessario ottenere un punteggio pari a 100 punti!

I punti si otterranno con la presentazione del passaporto,patente australiana, buste paga, contratto di lavoro, tessera sanitaria australiana e tante referenze di gente locale,solo in quel momento sarà possibile candidarsi e sarà il padrone (o l’agenzia immobiliare) a decidere se sarà possibile “aggiudicarsi” l’appartamento.

I supermercati hanno dei buoni prodotti e facendo la tessera permettono di raccogliere punti che potranno essere scalati dalla spesa.

 molti sono i fruttivendoli che hanno frutta e verdure a buon prezzo.

La benzina costa circa 90 centesimi di euro e per usare i mezzi sarà possibile fare una tessera ricaricabile da usare su tutti i mezzi di trasporto della città,che si chiama Gocard.

In giro per la città è possibile trovare postazioni per l’affitto di bici,in quest’occasione sarà sufficiente registrarsi al sito internet per un giro in bicicletta per la città.

Valentina consiglierebbe un pò di Australia a tutti…

L’Australia ,ti fa crescere quando già pensavi di essere adulto, ti fa aprire gli occhi facendoti vedere tutto con un’altra prospettiva, ti fa venire nostalgia di casa ma allo stesso tempo aumenta la voglia di rimanere, ti fa comprendere di chi davvero puoi fidarti e ti rende più indipendente e forte.

Questo è ciò che ha regalato a Valentina questa incredibile esperienza di vita.

siete pronti a viverla anche voi?

Buon viaggio

Overjoyed

Irene Nicolosi

 logo copia

408 0

Le candeline da festeggiare…

events

Iniziamo cosi…pensando che esistono delle tappe assolutamente da festeggiare,ma che non esiste alcuna ragione per non festeggiarle tutte!…

scopriamo insieme quali sono le tappe più importanti!

La prima candelina, quella del primo compleanno è la più festeggiata…

è il primo traguardo,è la candelina che saremo riusciti a soffiare dopo lunghissime ore di esercizio nei giorni precedenti, con la preziosissima collaborazione di mamma e papà e un importante tifoseria di “grandi” amici e parenti…

è quella che riviviamo guardando le foto,ascoltando i loro racconti…

il primo compleanno…è una festa da adulti che si veste da “bebe”,si svolge preferibilmente nel tardo pomeriggio e si conclude ad orario di cena, nel rispetto delle “piccole” abitudini,tipiche dei primi 365 giorni di vita!

…il banchetto non potrà non includere preparazioni adatte al protagonista della festa:

focacce,pizzette,formaggi,biscotti,marmellate,dessert e centrifughe accompagneranno la classica torta e saranno apprezzatissime da grandi e piccini.

Sarà preferibile rimandare la prima festa di compleanno con i compagnetti …alla terza, quarta candelina quando il piccoletto sarà più felice e capace d’interagire con i suoi piccoli amici,

riservando ai familiari più intimi la seconda candelina.

l’orario d’invito ideale per un baby party è alle ore 16, che coincide con l’orario della merenda e prevede un ricco,semplice,sano buffet! scegliere di organizzare una festa a tema, che possa divertire e coinvolgere i piccoli invitati nell’intrattemimento,nelle decorazioni utilizzate e possa conquistarli sin dall’invito ricevuto, sarà il segreto per una festa memorabile!

In alcune zone dell’America latina una tappa da festeggiare coincide con il quindicesimo compleanno,la festa chiamata Quinceañera, che in Italia non corrisponde a nessun traguardo in particolare ma coincide con un età di cambiamenti importanti  comune a tutti i ragazzi di quest’età di qualsiasi parte del mondo che vale la pena festeggiare.

Arriva poi… la prima coppia di numeri davvero importanti … i 18 …i numeri delle prime grandi responsabilità,quelli dell’indipendenza,quelli della trasformazione da ragazzino in adulto.

queste candeline meritano una festa importante, dinamica,ambientata in un posto originale ,particolare,allestito con un buffet di stuzzichini dolci e salati e che preveda uno spazio adeguato per ballare!

la torta in quest’occasione,protagonista della serata insieme alla festeggiata,sarà un elemento “paparazzatissimo”, ecco perchè dovrà essere molto scenografica!

sarà di fondamentale importanza, affidare il compito ad un eccellente cake designer,capace di “raccontare” il festeggiato con un capolavoro in pasta di zucchero!

Dal ventesimo compleanno in poi, si riserveranno grandi festeggiamenti al soffio di tutte le decine,perchè ad ognuno di questi traguardi corrisponderà un significato considerevole.

…Un soffio a 30 candeline circondati dalle persone più importanti,quelle che nel tempo sono rimaste,che hanno contribuito ai successi raggiunti,carichi di energie e possibilità!

un soffio ai 40 come l’inizio di una seconda vita,quella in cui è possibile respirare e godere dei “successi” costruiti!

e poi i 50,le candeline che iniziano a far sentire il tempo che passa, ma ci ricorderanno quanto ancora abbiamo da fare!

arriverà il 60esimo compleanno e poi i 70, gli 80…i 100

 e queste saranno le candeline legate alla famiglia,alle cose che contano davvero…un soffio agli anni che si portano sulle spalle,alle esperienze “collezionate”,ad un consistente album di ricordi, bellissimo da sfogliare.

Happy birthday

&

Overjoyed

Irene Nicolosi

 logo copia

463 0

le 10 regole dell’invitato perfetto!

etiquette

è arrivata la partecipazione di matrimonio del vostro caro amico,parente o collega…

leggere l’invito con molta cura e attenzione ai dettagli inseriti…è uno dei segreti per prepararsi all’evento in maniera impeccabile!

ecco le 10 regole da seguire per essere un invitato perfetto:

1) Rispondete all’invito ricevuto comunicando  agli sposi la vostra eventuale presenza al matrimonio non più tardi di 2 settimane prima della data prevista

2) Se specificata nella partecipazione una richiesta “codificata” o una richiesta personalizzata di abbigliamento,rispettatela!… nel caso in cui non venisse indicato un dress code, ricordatevi di NON indossare abiti di colore bianco, nero o rosso, valutare la tipologia di location dove si svolgerà l’evento per comprenderne il tono della cerimonia e scegliere il capo più adeguato all’occasione!

3) Non indossate gli occhiali da sole in Chiesa.

4) Nella scelta del regalo di nozze è estremamente consigliato seguire le indicazioni fornitevi dagli sposi o dai loro familiari, nel caso in cui non fosse stata specificata alcuna informazione in merito ad un eventuale lista nozze… scegliere di regalare una quota di denaro, sarà sicuramente un regalo gradito in quest’occasione.

5) Arrivate in anticipo!… lasciate alla sposa l’esclusiva del ritardo!

6) Accomodatevi all’interno della Chiesa, a destra se siete gli amici dello sposo e a sinistra se lo siete per la sposa e attendente il suo arrivo con pazienza!

7) Uscite dalla Chiesa in maniera ordinata e discreta, attendendo l’uscita degli sposi per il lancio del riso.

8) Non modificate mai l’assegnazione al tavolo scelta dagli sposi  per voi ma abbiate rispettato del tempo speso, nella gestione della disposizione dei tavoli.

9) Al ricevimento comportatevi con eleganza, senza eccessi!

10) Non andate via prima del taglio della torta…non è un gesto di buon augurio

Overjoyed

Irene Nicolosi

 logo copia

420 0

La Befana…

Life

La Befana…una brutta,vecchietta dal naso lungo e storto,vestita di pezze e scarpe rotte,a cavallo della sua vecchia scopa,scende giù dai camini per lasciare doni e caramelle ai bravi bambini,un pò di carbone ai più monellini!

L’epifania è la festa dei bambini,dei grandi che con i loro occhi continuano a credere e sognare,è l’attesa impaziente del “giudizio” della vecchietta,i tentativi di rimediare, qualche giorno prima il suo arrivo,ai capricci e monellerie dell’anno trascorso.

…é il giorno della lotteria,il giorno della fortuna,della felicità,il giorno in cui si spengono le luci delle città e rimangono accese quelle delle speranze per un anno ricco di serenità,salute,gioia,pace.

 L’immagine della Befana sembra essere collegata ai Re Magi che si fermarono a chiederle indicazioni per raggiungere Betlemme e il bambino Gesù,invitandola a seguirli, invito che la vecchietta rifiutò…pentitasi del gesto decise di raggiungerli,bussando a tutte le porte che incontrava lungo il suo cammino,lasciando un dono ad ogni bambino,nella speranza che uno di loro potesse essere Gesù.

Io credo nella befana, credo in questa buffa donna che nonostante l’età è una forza della natura,credo in lei e nella sua immancabile presenza, credo nel suo gesto semplice e felice di “donare”,ammiro la sua capacità di saper giudicare e premiare chi lo merita davvero e “punire” con dolcezza, dispetti e monellerie.

Chi sia davvero la befana…non lo so…che sia la moglie,la sorella, un amica di Babbo Natale, che viva al Polo Sud o da qualsiasi altra parte del mondo,non importa, a me piace pensare che esista davvero.

A me piace sognare!

Felice Epifania!

Puoi aver difetti, essere ansioso e vivere qualche volta irritato, ma non dimenticare che la tua vita è la più grande azienda al mondo. Solo tu puoi impedirle che vada in declino. In molti ti apprezzano, ti ammirano e ti amano.
Mi piacerebbe che ricordassi che essere felice, non è avere un cielo senza tempeste, una strada senza incidenti stradali, lavoro senza fatica, relazioni senza delusioni.
Essere felici è trovare forza nel perdono, speranza nelle battaglie, sicurezza sul palcoscenico della paura, amore nei disaccordi.
Essere felici non è solo apprezzare il sorriso, ma anche riflettere sulla tristezza. Non è solo celebrare i successi, ma apprendere lezioni dai fallimenti. Non è solo sentirsi allegri con gli applausi, ma essere allegri nell’anonimato.
Essere felici è riconoscere che vale la pena vivere la vita, nonostante tutte le sfide, incomprensioni e periodi di crisi.
Essere felici non è una fatalità del destino, ma una conquista per coloro che sono in grado viaggiare dentro il proprio essere.
Essere felici è smettere di sentirsi vittima dei problemi e diventare attore della propria storia.
È attraversare deserti fuori di sé, ma essere in grado di trovare un’oasi nei recessi della nostra anima.
È ringraziare Dio ogni mattina per il miracolo della vita.
Essere felici non è avere paura dei propri sentimenti.
È saper parlare di sé.
È aver coraggio per ascoltare un “No”.
È sentirsi sicuri nel ricevere una critica, anche se ingiusta.
È baciare i figli, coccolare i genitori, vivere momenti poetici con gli amici, anche se ci feriscono.
Essere felici è lasciar vivere la creatura che vive in ognuno di noi, libera, gioiosa e semplice.
È aver la maturità per poter dire: “Mi sono sbagliato”.
È avere il coraggio di dire: “Perdonami”.
È avere la sensibilità per esprimere: “Ho bisogno di te”.
È avere la capacità di dire: “Ti amo”.
Che la tua vita diventi un giardino di opportunità per essere felice…
Che nelle tue primavere sii amante della gioia.
Che nei tuoi inverni sii amico della saggezza.
E che quando sbagli strada, inizi tutto daccapo.
Poiché così sarai più appassionato per la vita.
E scoprirai che essere felice non è avere una vita perfetta.Ma usare le lacrime per irrigare la tolleranza.
Utilizzare le perdite per affinare la pazienza.
Utilizzare gli errori per scolpire la serenità.
Utilizzare il dolore per lapidare il piacere.
Utilizzare gli ostacoli per aprire le finestre dell’intelligenza.
Non mollare mai…
Non rinunciare mai alle persone che ami.
Non rinunciare mai alla felicità, poiché la vita è uno spettacolo incredibile!
Augusto Cury

Overjoyed

Irene Nicolosi

 logo copia

576 0

lenticchie portafortuna

Food

Vischio,bollicine e lenticchie non possono mancare la notte di San Silvestro…costi quel che costi un piatto di lenticchie a capodanno va mangiato, perchè portano fortuna e ricchezza, e se dopo la mezzanotte non siete riusciti a mangiarne neanche un cucchiaino perchè non avevate più spazio per altro cibo…siete ancora in tempo per rimediare,preparale e servirle per cena…circa 40 minuti di cottura per un pizzico di fortuna, un piatto gustosissimo, semplice,caldo e ricco di ferro!

400 grammi di lenticchie

2 carote

2 pomodori

1 scalogno

sale e olio evo

sono gli ingredienti necessari

sciacquate le lenticchie con acqua fredda,versatele in una pentola capiente,versate acqua sufficiente a ricoprire tutte le lenticchie e aspettate qualche minuto che l’acqua inizi a bollire

scolatele adesso, riversatele nella pentola con acqua e fate bollire,aggiungete il sale,carote,pomodori e scalogno interi,lasciate cuocere per 40 minuti circa,spegnete il fuoco, versate un filo d’olio e lasciatele riposare per qualche minuto prima di servirle.

A te che sei scaramantico e sai che devi assolutamente mangiarle oggi, a te che non ami tradire le tradizioni,a te che fortuna e  qualche soldino in più anche quest’anno non farebbero male

Buon appetito

&

Felice Anno Nuovo

Overjoyed

Irene Nicolosi

 logo copia