Seguimi su:  FACEBOOK  TWITTER INSTAGRAM LINKEDIN PINTEREST

Tag

donare

441 0

La Befana…

Life

La Befana…una brutta,vecchietta dal naso lungo e storto,vestita di pezze e scarpe rotte,a cavallo della sua vecchia scopa,scende giù dai camini per lasciare doni e caramelle ai bravi bambini,un pò di carbone ai più monellini!

L’epifania è la festa dei bambini,dei grandi che con i loro occhi continuano a credere e sognare,è l’attesa impaziente del “giudizio” della vecchietta,i tentativi di rimediare, qualche giorno prima il suo arrivo,ai capricci e monellerie dell’anno trascorso.

…é il giorno della lotteria,il giorno della fortuna,della felicità,il giorno in cui si spengono le luci delle città e rimangono accese quelle delle speranze per un anno ricco di serenità,salute,gioia,pace.

 L’immagine della Befana sembra essere collegata ai Re Magi che si fermarono a chiederle indicazioni per raggiungere Betlemme e il bambino Gesù,invitandola a seguirli, invito che la vecchietta rifiutò…pentitasi del gesto decise di raggiungerli,bussando a tutte le porte che incontrava lungo il suo cammino,lasciando un dono ad ogni bambino,nella speranza che uno di loro potesse essere Gesù.

Io credo nella befana, credo in questa buffa donna che nonostante l’età è una forza della natura,credo in lei e nella sua immancabile presenza, credo nel suo gesto semplice e felice di “donare”,ammiro la sua capacità di saper giudicare e premiare chi lo merita davvero e “punire” con dolcezza, dispetti e monellerie.

Chi sia davvero la befana…non lo so…che sia la moglie,la sorella, un amica di Babbo Natale, che viva al Polo Sud o da qualsiasi altra parte del mondo,non importa, a me piace pensare che esista davvero.

A me piace sognare!

Felice Epifania!

Puoi aver difetti, essere ansioso e vivere qualche volta irritato, ma non dimenticare che la tua vita è la più grande azienda al mondo. Solo tu puoi impedirle che vada in declino. In molti ti apprezzano, ti ammirano e ti amano.
Mi piacerebbe che ricordassi che essere felice, non è avere un cielo senza tempeste, una strada senza incidenti stradali, lavoro senza fatica, relazioni senza delusioni.
Essere felici è trovare forza nel perdono, speranza nelle battaglie, sicurezza sul palcoscenico della paura, amore nei disaccordi.
Essere felici non è solo apprezzare il sorriso, ma anche riflettere sulla tristezza. Non è solo celebrare i successi, ma apprendere lezioni dai fallimenti. Non è solo sentirsi allegri con gli applausi, ma essere allegri nell’anonimato.
Essere felici è riconoscere che vale la pena vivere la vita, nonostante tutte le sfide, incomprensioni e periodi di crisi.
Essere felici non è una fatalità del destino, ma una conquista per coloro che sono in grado viaggiare dentro il proprio essere.
Essere felici è smettere di sentirsi vittima dei problemi e diventare attore della propria storia.
È attraversare deserti fuori di sé, ma essere in grado di trovare un’oasi nei recessi della nostra anima.
È ringraziare Dio ogni mattina per il miracolo della vita.
Essere felici non è avere paura dei propri sentimenti.
È saper parlare di sé.
È aver coraggio per ascoltare un “No”.
È sentirsi sicuri nel ricevere una critica, anche se ingiusta.
È baciare i figli, coccolare i genitori, vivere momenti poetici con gli amici, anche se ci feriscono.
Essere felici è lasciar vivere la creatura che vive in ognuno di noi, libera, gioiosa e semplice.
È aver la maturità per poter dire: “Mi sono sbagliato”.
È avere il coraggio di dire: “Perdonami”.
È avere la sensibilità per esprimere: “Ho bisogno di te”.
È avere la capacità di dire: “Ti amo”.
Che la tua vita diventi un giardino di opportunità per essere felice…
Che nelle tue primavere sii amante della gioia.
Che nei tuoi inverni sii amico della saggezza.
E che quando sbagli strada, inizi tutto daccapo.
Poiché così sarai più appassionato per la vita.
E scoprirai che essere felice non è avere una vita perfetta.Ma usare le lacrime per irrigare la tolleranza.
Utilizzare le perdite per affinare la pazienza.
Utilizzare gli errori per scolpire la serenità.
Utilizzare il dolore per lapidare il piacere.
Utilizzare gli ostacoli per aprire le finestre dell’intelligenza.
Non mollare mai…
Non rinunciare mai alle persone che ami.
Non rinunciare mai alla felicità, poiché la vita è uno spettacolo incredibile!
Augusto Cury

Overjoyed

Irene Nicolosi

 logo copia

390 0

guida al regalo di Natale

etiquette

è iniziato il countdown alla notte più magica dell’anno…

…nessun contatto diretto con Babbo Natale per una dritta su cosa mettere sotto l’albero quest’anno per i piccoli,i grandi di casa e gli amici…il tempo corre più veloce che mai e la lista delle persone a cui pensare è ancora lunghissima…esiste la probabilità di mettere a rischio portafoglio e originalità pur di portare a casa qualcosa…

ma…siamo davvero sicuri che contenuto e valore economico siano più importanti del semplice gesto di donare?

….donare è uno dei gesti più belli che l’uomo è in grado di compiere!

un regalo pensato,dotato di significato emotivo caratterizzerà il regalo perfetto!

il momento dello scambio dei doni,vanta un altissimo carico di felicità!…

è il momento in cui si da e si riceve, è il momento della gratitudine, degli abbracci,dei sorrisi,della gioia autentica!

pensare a cosa potrà rendere felici…è un ottimo punto di partenza!

Sfogliando le pagine che parlano di bon ton natalizio,impareremo che la confezione del nostro regalo ha un importantissimo valore, ne acquista ancora di più se saremo stati noi a realizzarla,impreziosisce smisuratamente quando è accompagnata da un bigliettino che riporta una dedica,un pensiero,un augurio,vero…il bon ton natalizio consente il riciclo di un regalo quando è sincero…succede quando si regala qualcosa che non si acquista,ci viene regalato,adesso ci appartiene,magari abbiamo già o non utilizzeremo tanto quanto potrebbe fare il nostro migliore amico…allora con carta e nastro sarà possibile confezionarlo, felici di raccontarne la storia,che non sarà quella di un pomeriggio in un grande magazzino con carta di credito nelle mani…il nostro amico lo apprezzerà!

 un salto dal nostro fioraio preferito per acquistare,centrotavola,fiori,piante da portare a casa in occasione di pranzi e cene , nel periodo natalizio, sarà un ottima idea!

non lo sarà regalare un capo d’abbigliamento senza lo “scontrino regalo” che permetterà di cambiare taglia e colore,non lo sarà, avventurarsi in materie sconosciute…no alla bottiglia di vino se non siamo dei buoni intenditori!

…no a soldi o carte prepagate perchè ,anche se utili,comodi da regalare,rientrano tra i regali più anonimi al mondo…e il Natale non è l’occasione giusta per loro!

Il regalo di Natale non ha un costo previsto,non è stato definito un limite sotto o sopra il quale non andare…si può regalare qualcosa di costoso ma vuoto di significato,economico ma importante.

Il regalo di Natale può essere un dolce fatto in casa,una lettera,la fotografia di un momento memorabile…un libro…il mio preferito!

Il regalo di Natale è magia, felicità negli occhi di chi lo scarterà sotto l’albero pensando a te,emozione…

adesso tocca a te scegliere il “fiocco” più bello da donare!

enjoy Christmas time!

Overjoyed

Irene Nicolosi

 logo copia