Seguimi su:  FACEBOOK  TWITTER INSTAGRAM LINKEDIN PINTEREST

Tag

sognare

390 0

La Befana…

Life

La Befana…una brutta,vecchietta dal naso lungo e storto,vestita di pezze e scarpe rotte,a cavallo della sua vecchia scopa,scende giù dai camini per lasciare doni e caramelle ai bravi bambini,un pò di carbone ai più monellini!

L’epifania è la festa dei bambini,dei grandi che con i loro occhi continuano a credere e sognare,è l’attesa impaziente del “giudizio” della vecchietta,i tentativi di rimediare, qualche giorno prima il suo arrivo,ai capricci e monellerie dell’anno trascorso.

…é il giorno della lotteria,il giorno della fortuna,della felicità,il giorno in cui si spengono le luci delle città e rimangono accese quelle delle speranze per un anno ricco di serenità,salute,gioia,pace.

 L’immagine della Befana sembra essere collegata ai Re Magi che si fermarono a chiederle indicazioni per raggiungere Betlemme e il bambino Gesù,invitandola a seguirli, invito che la vecchietta rifiutò…pentitasi del gesto decise di raggiungerli,bussando a tutte le porte che incontrava lungo il suo cammino,lasciando un dono ad ogni bambino,nella speranza che uno di loro potesse essere Gesù.

Io credo nella befana, credo in questa buffa donna che nonostante l’età è una forza della natura,credo in lei e nella sua immancabile presenza, credo nel suo gesto semplice e felice di “donare”,ammiro la sua capacità di saper giudicare e premiare chi lo merita davvero e “punire” con dolcezza, dispetti e monellerie.

Chi sia davvero la befana…non lo so…che sia la moglie,la sorella, un amica di Babbo Natale, che viva al Polo Sud o da qualsiasi altra parte del mondo,non importa, a me piace pensare che esista davvero.

A me piace sognare!

Felice Epifania!

Puoi aver difetti, essere ansioso e vivere qualche volta irritato, ma non dimenticare che la tua vita è la più grande azienda al mondo. Solo tu puoi impedirle che vada in declino. In molti ti apprezzano, ti ammirano e ti amano.
Mi piacerebbe che ricordassi che essere felice, non è avere un cielo senza tempeste, una strada senza incidenti stradali, lavoro senza fatica, relazioni senza delusioni.
Essere felici è trovare forza nel perdono, speranza nelle battaglie, sicurezza sul palcoscenico della paura, amore nei disaccordi.
Essere felici non è solo apprezzare il sorriso, ma anche riflettere sulla tristezza. Non è solo celebrare i successi, ma apprendere lezioni dai fallimenti. Non è solo sentirsi allegri con gli applausi, ma essere allegri nell’anonimato.
Essere felici è riconoscere che vale la pena vivere la vita, nonostante tutte le sfide, incomprensioni e periodi di crisi.
Essere felici non è una fatalità del destino, ma una conquista per coloro che sono in grado viaggiare dentro il proprio essere.
Essere felici è smettere di sentirsi vittima dei problemi e diventare attore della propria storia.
È attraversare deserti fuori di sé, ma essere in grado di trovare un’oasi nei recessi della nostra anima.
È ringraziare Dio ogni mattina per il miracolo della vita.
Essere felici non è avere paura dei propri sentimenti.
È saper parlare di sé.
È aver coraggio per ascoltare un “No”.
È sentirsi sicuri nel ricevere una critica, anche se ingiusta.
È baciare i figli, coccolare i genitori, vivere momenti poetici con gli amici, anche se ci feriscono.
Essere felici è lasciar vivere la creatura che vive in ognuno di noi, libera, gioiosa e semplice.
È aver la maturità per poter dire: “Mi sono sbagliato”.
È avere il coraggio di dire: “Perdonami”.
È avere la sensibilità per esprimere: “Ho bisogno di te”.
È avere la capacità di dire: “Ti amo”.
Che la tua vita diventi un giardino di opportunità per essere felice…
Che nelle tue primavere sii amante della gioia.
Che nei tuoi inverni sii amico della saggezza.
E che quando sbagli strada, inizi tutto daccapo.
Poiché così sarai più appassionato per la vita.
E scoprirai che essere felice non è avere una vita perfetta.Ma usare le lacrime per irrigare la tolleranza.
Utilizzare le perdite per affinare la pazienza.
Utilizzare gli errori per scolpire la serenità.
Utilizzare il dolore per lapidare il piacere.
Utilizzare gli ostacoli per aprire le finestre dell’intelligenza.
Non mollare mai…
Non rinunciare mai alle persone che ami.
Non rinunciare mai alla felicità, poiché la vita è uno spettacolo incredibile!
Augusto Cury

Overjoyed

Irene Nicolosi

 logo copia

435 0

la felicità è…

Life

Vi sono momenti minuscoli di felicità, e sono quelli durante i quali si dimenticano le cose brutte. La felicità, signorina mia, è fatta di attimi di dimenticanza.  (Totò a Oriana fallaci)

….Con carta e penna nelle mani…la lettera all’uomo in rosso,più generoso del mondo dalla lunga barba bianca inizia sempre cosi: Caro Babbo Natale…img_5839

il regalo più richiesto? non ha un costo, non si compra in nessun negozio,è ecologico,a Natale è in alta stagione, ce l’abbiamo già, a volte, nascosto da qualche parte, non passerà mai di moda, lo chiederemo ogni anno…si chiama felicità!

La felicità è quel regalo che non può esserti assicurato…dipende da te, dalla tua mente, va allenata, è una scelta…porta con se enormi benefici.

La felicità è… un amico vero, un sorriso, il profumo di un buon libro, il tempo trascorso in famiglia, il lavoro che ami, è l’abbraccio di una madre, un padre per “amico”,una giornata di shopping, un regalo, una sorpresa, è ritrovare dei soldi nella tasca di un vecchio jeans, trascorrere del tempo con se stessi…è una torta appena sfornata, è l’indipendenza, è rivedere un amico dopo tanto tempo, viaggiare, ascoltare musica a tutto volume, cantare a squarciagola,ballare, ricevere un consiglio, condividere… è una lunga passeggiata in mezzo alla natura, una vecchia fotografia, un ricordo… è volare, dormire un ora in più rispetto al solito, avere un segreto, essere importanti per qualcuno… è il film preferito nel divano accanto a chi ami, è un tuffo nel mare, il singhiozzo che passa, un abbraccio, una sorella maggiore, una tazza di te caldo mentre fuori nevica…  è negli occhi di un bambino, è “vincere una sfida”,è sognare, è nelle luci dell’albero di natale, è in una festa,una sera a teatro, è incontrare il tuo idolo,è una coccola al tuo amico a quattro zampe, è in una nuova vita, è sbarazzarsi di vecchi indumenti , dimenticare, raggiungere un traguardo,riordinare, ritrovare la ricetta in un foglio di carta del tuo dolce preferito scritta dalla nonna che non c’è più… è correre, osservare, cambiare strada, è una sera al ristorante, un ora senza telefono, è perdonare, imparare una lingua nuova, accettare il tempo che passa, è in un “si”,è comprare un maglione con i saldi,è una gratificazione a lavoro,è imparare a dire no, mangiare sano, prendersi cura di se, è…il concerto del tuo cantante preferito,la recita di tuo figlio,una giornata di sole,una di riposo, è un aeroporto, un souvenir dall’altra parte del mondo,è vivere senza riserva!

e a te…cosa ti rende felice?

Chiederselo fa bene al cuore, ragionarci,scrivere in un foglio ogni giorno cosa ci ha reso felici è un esercizio che aiuta ad apprezzare di più le piccole cose…

un giorno questa domanda la rivolsi ad una donna dotata di un preziosissimo dono…quello di mettere nero su bianco le emozioni e farne una poesia…!

Le chiesi cosa fosse per lei la felicità…

Lei mi rispose cosi:

Le mille sfumature della felicità

Percorrere un sentiero col vento tra i capelli

lasciandosi cullare dal canto degli uccelli,

sentire sulla pelle il tocco languido della rugiada

lasciare le amarezze sul ciglio della strada…

Seppur di poche parole e con semplicità

eccola l’essenza pura della felicità!

Si,perchè la felicità ha mille sfumature

brillanti colori e insolite ombreggiature

Si tinge di blu quando ti svegli d’improvviso

e felice poggi le tue gote sul suo viso…

La gioia che colora di un rosso travolgente

l’anima che si nutre dei sorrisi della gente

La felicità è una ricerca lenta e accurata

una dama presente ma sempre velata.

La leggi su un bimbo col volto incantato

lo sguardo stupito per un dono inaspettato.

La scrive un uomo ormai libero da catene

quella voglia di rivalsa che gli scorre nelle vene.

La imprime una madre nel dolore profondo

stringendo la creatura che ha messo al mondo

La felicità è imprevedibile come il vento

cambia direzione in qualsiasi momento.

Ma come un ciclone lascia sempre il segno

Un colpo di matita impresso in un disegno

percorsi indefiniti segnati dal destino

del quale ogni essere vivente è fantino.

Giusi Bertolone

6d86921ee6434eb83c4f5cc598c882f1

Overjoyed

Irene Nicolosi

 logo copia